La storia di Srulik

TEATRO DELL'ALEPH

 Laboratorio per la Ricerca Teatrale  -  tel. 0396020270

LA STORIA DI SRULIK

Tratto dal testo CORRI RAGAZZO CORRI di URI ORLEV

Il Dovere della Memoria: Giorno della Memoria

La storia di Srulik è una storia vera. E’ la storia di Yoram Friedman, che durante l’infanzia vide i propri genitori deportati dal ghetto di Varsavia e che, per poter sopravvivere dovette cambiare nome, dimenticare il nome dei suoi genitori e dei suoi fratelli, senza però mai dimenticare di essere ebreo.


Srulik, un bambino ebreo di otto anni, vive nel ghetto di Varsavia con i genitori, due fratelli e una sorella.
Durante un tentativo di fuga, lui e i genitori vengono trovati dai tedeschi, il padre riesce a fuggire tra i campi, Srulik e la mamma vengono picchiati e riportati dentro le mura del ghetto.
Un giorno però anche la mamma scompare, come inghiottita dal nulla e Srulik si rende conto di essere rimasto solo al mondo. Decide allora di fuggire unendosi ad un gruppo di ragazzini ebrei e si inoltra nella foresta dove impara a sopravvivere con ciò che la natura gli fornisce.
E’ proprio nella foresta che un giorno ritrova suo padre, il quale gli ordina  di fuggire e di restare vivo a qualunque costo. Per potersi salvare Srulik dovrà però cambiare nome, dimenticarsi del passato, dimenticare il nome dei suoi  genitori e dei suoi fratelli, ma non dovrà mai dimenticare di essere un ebreo. Ma è davvero possibile dimenticare?


con

DIEGO GOTTI



regia di

GIOVANNI MOLERI




Tecnica utilizzata

Teatro d'attore e narrazione


Esigenze tecniche

Tempo allestimento 2 ore

Spazio scenico  6m x 6m

Presa di Corrente 380a e 220a

Potenza 10 Kw.


Durata 60 minuti circa


Copyright ©  All Rights Reserved